Sorrento e Costiera Amalfitana

Sorrento e Costiera Amalfitana

di Franco Parla

AMICI CAMPERISTI, un saluto da Franco Parla. Quali sono le difficoltà per visitare Sorrento e la Costiera Amalfitana? Che problematiche può trovare un camperista? Voglio condividere con voi la mia recente esperienza.

Io e mia moglie ci siamo stati, i primi giorni di ottobre. Avevamo la nostra base (come le volte precedenti) al Camping Nube d’Argento a Sorrento. Campeggio probabilmente più caro della media (30 euro in due persone, ad ottobre) ma molto vicino al centro. 
40°37’31.5″N 14°21’56.2″E 40.625422, 14.365614

Da notare che, pur avendo l’accesso al campeggio sulla vostra destra, questo è ad angolo e, a meno che non avete un camper molto corto, non riuscirete ad entrare. Dovrete andare più avanti e fare un’inversione, così potrete accedere all’ingresso senza nessun problema, e poi scendere lungo la strada interna, fino alla reception. C’è un altro campeggio, un chilometro e mezzo più avanti, sempre uscendo, in direzione Massa Lubrense. Ma oltre ad essere più lontano, la strada è tutta in salita e l’ultimo tratto è senza marciapiede. Certo, si può prendere il bus, ma in certi orari, a causa del traffico, l’ora d’arrivo può essere un’incognita.

Sorrento si trova proprio a due passi dal Camping Nube d’Argento ed è davvero, una bellissima cittadina, molto animata. In qualsiasi stagione dell’anno, troverete sempre turisti, per lo più stranieri. Tanti negozi e ristoranti ma, soprattutto, gli storici produttori di limoncello, dove potrete degustare, non solo il rinomato liquore, ma anche tutta una serie di prodotti derivati: confetti, caramelle, torroni… Dalla terrazza di Villa Comunale è possibile godere di uno stupendo panorama sul golfo di Napoli e sul Vesuvio, una cartolina conosciuta in tutto il mondo! La cittadina si trova sopra uno zoccolo, in alto rispetto al mare. Per arrivare ai porticcioli e alle spiaggette, bisogna scendere. Volendo, si può andare o tornare da Marina Piccola con un bus. È proprio da Marina Piccola che partono i traghetti e gli aliscafi per Capri.

È un’escursione che vi lascerà un bellissimo ricordo (naturalmente lasciando il camper in campeggio), ma mettete in conto almeno 80 euro a persona tra: passaggio in traghetto/aliscafo Sorrento – Capri A/R, giro dell’isola in battello, visita della Grotta Azzurra e funicolare o bus per Anacapri. E spese varie! 
Se non volete sostare a Sorrento, come alternativa potete fare base a Pompei, dove, oltre ai campeggi (che sono decisamente più economici) ci sono anche delle aree di sosta camper. Dovrete però aggiungere il costo della Circumvesuviama per raggiungere Sorrento, oltre al tempo che perderete per lo spostamento. 
Personalmente penso che sia meglio avere la base a Sorrento.
Veniamo alla Costiera Amalfitana. Vi dico subito che esiste il divieto di transito per i camper, almeno fino alle ore 22. E’ vero che le strade sono strette, ci sono molti punti difficili e anche delle strette gallerie, ma ai pullman, decisamente più grandi dei camper, è concesso il transito. E di pullman ce ne sono davvero tanti. Una scelta dovuta all’enorme afflusso di turisti. Io stesso ho visto un camper tedesco che stava cercando (nonostante gli evidenti cartelli dl divieto) di immettersi sulla Costiera, ma è subito stato respinto. Infatti ci sono parecchi addetti muniti di radio e paletta, che regolano il traffico nei centri abitati e nei punti stretti, facendo passare a senso unico alternato, provocando lunghe code di veicoli. In alcuni punti ci sono i semafori.
 E allora? Come fa un camperista a visitare i gioielli della Costiera Amalfitana?


Ci sono tre soluzioni.
La prima è spostarsi con il bus di linea, che da Sorrento, raggiunge Positano e Amalfi. Soluzione economica, soggetta ad orari. La seconda soluzione è la più spettacolare, cioè partire da Sorrento con i battelli di linea che attraccano nelle più importanti località della Costiera Amalfitana. Certo, i tempi di navigazione sono lunghi, ma farete una minicrociera, eviterete le code lungo la strada ed avrete modo di ammirare dal mare, che poi è il modo migliore, i pittoreschi borghi colorati, arroccati sulle rocce. Potete scendere e salire dove volete, nei porticcioli di Positano, Amalfi, Minori…

non potrete però visitare Ravello, che si trova in alto e non sul mare. 
Terza soluzione, che è quella che abbiamo adottato noi, cioè il noleggio di una piccola auto. In Corso Italia nella zona prospicente alla stazione della Circumvesuviana di Sorrento, troverete alcune delle case di noleggio più note. Con circa 50 euro, potrete noleggiare una vetture per 24 ore. Non sarete vincolati ad orari, potete spostarvi come vi pare ed avrete l’autonomia completa. Vi dovrete sorbire un po’ di coda, questo sì, come tutti del resto. E troverete anche dei problemi di parcheggio. Per questo vi consiglio il noleggio di una vettura piccola. A Ravello non ho trovato particolari problemi, se non trovate posto lungo la strada, ci sono quelli a pagamento.

Ma nei paesi lungo la costa, farete un po’ fatica. Alla fine, con un po’ di pazienza e facendo quattro passi, troverete posto fuori dal centro dei paesi, lungo la strada. Infatti mi sono chiesto: se i camper potessero transitare, dove cavolo potrebbero fermarsi? Per un mezzo come i nostri, è praticamente impossibile! Non fatevi scoraggiare. Provate una delle tre soluzioni proposte, quella che riterrete la migliore per le vostre esigenze, godetevi Amalfi con il suo stupendo Duomo, Positano, Ravello, gli altri borghi e le spettacolari vedute.

La Costiera Amalfitana è stupenda! 
E voi? Siete mai stati a Sorrento, Amalfi o Positano? In che periodo dell’anno? Volete aggiungere altre informazioni utili? Scrivetelo in questo post.

Ciao a tutti da Franco Parla, CAMPERISTA ITALIANO

Condividi questo post