Lungo la costa del Lazio in camper

Dove Andare Le Idee
11 Febbraio 2022
Lazio in camper

Lazio in camper: itinerario da Sperlonga a Formia

Definito anche Lazio Borbonico per essere appartenuto al Regno delle due Sicilie, il Basso Lazio è una zona costiera che può raccontare il suo passato attraverso borghi pittoreschi, castelli e cattedrali. Siamo nella Riviera di Ulisse tra il mare e i monti Aurunci, una zona straordinaria del Lazio.
Il nostro viaggio parte da Sperlonga inserita nel circuito dei Borghi più belli d’Italia.

🔆 Sperlonga cosa vedere

Sperlonga

Incastonata come un diamante su uno sperone di roccia a picco sul mare, Sperlonga ti incanta e ti rimane nel cuore per i suoi vicoli, le case bianche affacciate su strade di pietra e le boutique eleganti. A fare da cornice il panorama che ti si apre davanti agli occhi all’improvviso, appena svoltato l’angolo.

Ad attirare maggiormente i turisti, soprattutto in estate, sono le splendide spiagge Bandiera Blu, ma vorrei concentrare la vostra attenzione sul centro storico e il suo dedalo di vicoletti intrecciati con piazzette, loggiati e balconi affacciati sul mare.

Nato come villaggio di pescatori, Sperlonga ha da sempre dovuto proteggersi dalle incursioni dei Saraceni e per questo vennero costruite delle torri di avvistamento, tra cui spicca Torre Truglia: un bastione rettangolare, divenuto poi la sede del Parco Naturale Regionale Riviera di Ulisse. Le case del centro venivano dipinte di bianco per abbagliare e confondere i pirati in modo da rendere difficile l’incursione, ed oggi è la caratteristica che rende unica Sperlonga.

La Villa di Tiberio

Di notevole interesse storico troviamo la Villa di Tiberio, una residenza appartenuta all’Imperatore romano nel I secolo d.C. e l’attenzione ricadrà sulla grotta (antro di Tiberio)che fa parte della villa stessa. Fu scoperta durante i lavori per la realizzazione della strada litoranea chiamata via Flaccanel 1957, ed inglobata nel percorso di visita che parte dal Museo Archeologico di Sperlonga. Per conoscere gli orari e i prezzi clicca QUI

Villa di Tiberio

Dove sostare in camper a Sperlonga

📍Agrimare Camping
Via Fosselle, Sperlonga (LT)
N 41.272921 E 13.416554
PORTAMI QUI
Attrezzata con due zone distinte:
Area campeggio con camper service, bagni e docce calde a pagamento, lavelli stoviglie e lavatoi per i panni.
Area Camper Stop con camper service, elettricità, lavelli stoviglie ma niente bagni. 
Vendita prodotti a km 0.
Per maggiori info cliccare QUI

📍Parcheggio
Strada d’Angolo 448, Sperlonga
N 41.256199 E 13.439400
PORTAMI QUI
Senza servizi, a pagamento, vicino al centro raggiungibile con una scalinata e vicino al mare.

Il nostro weekend in camper nel Lazio prosegue verso

🔆 Gaeta cosa vedere

Guardando dall’alto il promontorio dove sorge Gaeta si ha l’impressione di vedere un triangolo con la punta ricurva ed allargata dalla presenza dell’imponente Monte Orlando con le sue falesie a picco sul mare.

Gaeta

Per conoscere Gaeta si deve visitare l’antico borgo di Elena, la Gaeta medievale e il Monte Orlando con la montagna spaccata e le spiagge limitrofe.

L’antico borgo di Elena, cuore pulsante della città con il suo intricato ricamo di vicoli detti “vichi” che si affacciano tutti nella stretta via Indipendenza. È qui che si racchiude la vera natura del borgo, con le botteghe artigiane, i cortili, i panni stesi e la vivacità degli abitanti che si affacciano al passaggio dei turisti. Di tanto in tanto si arriva in una piazzetta colorata dai murales come quello dell’artista spagnolo Manolo Mesa che ha raffigurato una famosa fruttivendola del luogo.

La scalinata della Salita degli Scalzi vi porta di fronte alla Chiesa di Santa Maria di Porto Salvo, nata come convento in stile barocco.

Gaeta, Borgo Elena
Salita degli Scalzi

Il Monte Orlando

Il Monte Orlando, prorompente e ricchissimo di vegetazione, in passato era una cittadella fortificata ed utilizzata dai militari, come si può vedere dai reperti ellenici quali la polveriera e il mausoleo.

Seguendo il sentiero ad anello si può arrivare a vedere la Montagna Spaccata, la Grotta del Turco e il Santuario della SS: Trinità. Ponete attenzione alla roccia sulla destra, lungo la scalinata, troverete una targhetta in pietra e l’impronta di cinque dita (la mano del Turco): la leggenda racconta che un marinaio miscredente si appoggiò alla roccia che diventò morbida e impresse la forma delle dita.

Lungo il percorso potrete vedere il bellissimo panorama sul golfo e sulla città.

Monte Orlando

La Gaeta Medievale lasciatela per il tardo pomeriggio così potrete godere del panorama al tramonto che è sempre molto suggestivo.

Da vedere c’è davvero molto, a partire dal Tempio di San Francesco, molto scenografico nella sua struttura gotica che spicca davanti a tutto. Il Santuario della Santissima Annunziata con annessa la Cappella d’Oro con il soffitto e le cornici rifinite in oro zecchino.

Gaeta, Chiesa di San Francesco

Il Castello Angioino-Aragonese

Di grande rilevanza storica troviamo il Castello Angioino-Aragonese fatto costruire da Federico II di Svevia nel 1223 in prima battuta, modificato, poi, aggiungendo un secondo castello comunicante con il primo. Nella cupola della torre più alta del Castello Aragonese, detta Torre di Gaeta, c’è la Cappella Reale voluta dal Re Ferdinando II di Borbone nel 1849.

Castello Angioino-Aragonese

Le spiagge di Gaeta

Le spiagge di Gaeta sono Bandiera Blu per l’acqua trasparente e azzurra. Ne possiamo trovare sette ma la più centrale e adatta alle famiglie è la spiaggia di Serapo. Se cercate invece qualcosa di meno popolare consiglio la spiaggia dell’Arenauta chiamata anche dei Trecento Gradini, che dalla strada è quasi invisibile. Proprio qui Enea, fuggendo da Troia, rese omaggio alla sua nutrice Cajeta, da qui il nome di Gaeta.
La spiaggia di Fontania è vicino al centro ed è una piccola baia con acqua blu molto apprezzata e romantica.

Spiaggia di Fontania

Dove sostare in camper a Gaeta

📍Area Camper Quirino
via Flacca, Gaeta
N 41.229762 E 13.499926 
PORTAMI QUI
Attrezzata con bagno e doccia, all’interno di una pineta a poca distanza dal mare e a 8 km dal centro. All’interno c’è un ristorante con vendita di prodotti tipici.

📍Area Camper
Via Munanzio Planco, Gaeta
N 41.211899 E 13.572500 
PORTAMI QUI
Senza servizi ma molto comoda per visitare la città e la montagna spaccata. A pagamento con tariffa giornaliera.

Proseguendo verso sud non possiamo non fermarci a:

🔆 Formia cosa vedere

Adagiata al centro del golfo di Gaeta, Formia è un’antica città fondata dai Laconi, un popolo proveniente da Sparta. È chiamata anche la città di Cicerone che abitò qui in una villa di campagna ed oggi è possibile visitarne la tomba monumentale.

 

Formia

Il centro storico è suddiviso in tre zone: Mola, Castellone e Maranola.

Mola è un antico borgo marinaro che un tempo era circondato da una cinta muraria, voluta dall’imperatore Carlo II d’Angiò, della quale è rimasta solo la Torre di Mola.
Castellone anch’esso cinto da mura con la Torre di Castellone a fare da ingresso, ma le torri un tempo erano ben 12. Gli edifici sono un misto armonico di romanico e medievale, molto interessante. Da non perdere il Cisternone Romano ovvero la più grande cisterna romana visitabile, dopo quella di Istanbul, aperta ogni seconda domenica del mese.
Maranola, situata in collina, è caratterizzata da diverse chiese con diversi stili come quella di Santa Maria ad Martyres con l’altare barocco e il presepe in terracotta del 1700.

Spiaggia di Vindicio

La spiaggia più bella di Formia è la spiaggia di Vindicio con tre stelle di balneabilità, è vicina a Gaeta ed è soggetta a venti frequenti e amata proprio per questo da surfisti ed amanti degli sport acquatici.
La spiaggia offre tutti i tipi di servizi, dai bar ai ristoranti e al noleggio pedalò, quindi è perfetta per le vacanze in famiglia.

 

Dove sostare in camper a Formia

📍Area Camper
Via Passaturo 26, Formia (LT)
N 41.254274 E 13.667000
PORTAMI QUI
Attrezzata con elettricità, camper service (le grigie solo con vaschetta), animali ammessi. Proprietaria gentilissima che può fornire croissant e pizza. Vicino alla spiaggia mentre per il centro si deve fare una passeggiata.

Traghetto per Ventotene partendo da Formia

Un’escursione emozionante può essere quella verso l’isola di Ventotene partendo dal porto di Formia. L’isola offre 3 km di spiagge meravigliose ed un porto che si anima alla sera con i bar e i ristoranti tipici.
Per info sui prezzi del traghetto cliccare QUI

 
 
Ventotene

Piatti tipici della Riviera di Ulisse

Tiella di Gaeta: ad un primo impatto può sembrare una focaccia, ma la tiella è una via di mezzo tra una torta salata ed una focaccia farcita con ingredienti vari ad esempio scarola o polpo.
Olive: sono coltivate per lo più a Gaeta e sono molto apprezzate essiccate al sole e marinate in acqua e sale.
Provola e caciotta di bufala: stagionate o fresche, le provole e le caciotte vengono lavorate con il latte degli allevamenti di bufale della zona e possono essere dolci o più piccanti a seconda della stagionatura.
Le alici di Sperlonga: ottime sia marinate che fritte, rendono profumate le vie del centro. Molto buone anche le polpette di alici e la zuppa di sarde.

Tiella di Gaeta
Olive di Gaeta
Premium Card

Visiterai il Lazio in camper?
Cerca le strutture convenzionate con la nostra Premium Card digitale.
scopri Camperisti Italiani Premium,
“un mondo di vantaggi a misura di camperista”

Veronica Forlani

Grande appassionata di viaggi e della geografia: potrebbe stare ore a studiare e memorizzare una cartina. L’amore per le vacanze in camper lo condivide con marito e figli anche se tutto è nato nel 1992 con una tendina canadese, un fornello da campeggio e tanti sogni nel cassetto.