Lago di Costanza

Cosa Fare Dove Andare Ultime notizie
28 Dicembre 2020

Lago di Costanza

Uno splendido itinerario per ogni stagione.

AMICI CAMPERISTI, un saluto da Franco Parla.

In questo articolo vi suggerirò un itinerario attorno al terzo Lago più grande d’Europa: il Lago di Costanza. Un tour che ho presentato in una puntata di ITINERANDO che potrete rivedere cliccando qui e trovare info utili fornite dai miei ospiti e altri suggerimenti come, per esempio, la gastronomia.

Questo grande lago, alimentato dal fiume Reno, confina con tre stati: per la maggior parte con la Germania, al sud confina con la Svizzera e per una piccola parte, ed est, confina con l’Austria.

Tutto intorno al lago scorre la pista ciclabile Bodensee-Radweg, lunga circa ben 260 chilometri ( cliccate QUI per sapere di più )

L’itinerario partirà proprio da Bregenz e terminerà a San Gallo, toccando le località più belle che si trovano sul Lago.
Inoltre, ho aggiunto due estensioni in Svizzera: le vicine Cascate di Sciaffusa e l’Abbazia di San Gallo, Patrimonio mondiale dell’UNESCO.


Tappa 1 – Bregenz (Austria) – Lindau (Germania)


Bregenz

Iniziamo il nostro itinerario da Bregenz, città che si trova all’estremità occidentale dell’Austria, nella regione del Vorarlberg.
Questa località è situata in una piacevole baia riparata dal vento: vanta delle vere chicche, come la Kunsthaus, grande museo di arte moderna nota come KUB, e il Bregenz Festival, rinomato appuntamento musicale estivo, tra i più spettacolari al mondo.
Non potrete non notare il vecchio Ufficio Postale, bellissimo edificio sul lungo lago, nato ai tempi della monarchia austro-ungarica, uno dei pochi esempi di architettura della Ring Strasse non in Vienna.

  • Il porto è menzionato per la prima volta nel 1294: oggi grazie a un’estesa ri-progettazione offre alcune chicche di design e architettura:
  • il Fischersteg, il pontile costruito nel 1902 per i pescatori: negli anni ’20 iniziarono a partire di qui gli idrovolanti, rimasti in funzione fino al 1946.
  • La città alta: la Oberstadt si estende nella parte dell’antico castrum romano, ai piedi delle prime alture a sud del lago. Piacevolissimo passeggiare per le caratteristiche e tranquille viuzze.
  • La vista dal Monte Pfänder: si sale comodamente in funivia (la stazione è a soli 8 minuti dal porto), e si raggiunge il Monte Pfänder. Qui, a quota 1046 m, ci si trova nel punto panoramico più famoso dell’intera regione:
    un belvedere magnifico, che consente una vista incredibile sul Lago di Costanza e sulle alture del Bregenzerwald.
    L’ideale è goderselo nelle prime ore del mattino: uno spettacolo impagabile.

Sosta camper a Bregenz (Austria), suggerisco il Camping Weiss – un camping in una fattoria con pecore, conigli, polli e una propria distilleria e prodotti agricoli – vicino al lago – centro 2 km – Brachsenweg 4 Bregenz, Austria



Lindau

Costeggiando il lago, si lascia l’Austria e si entra in Germania: qui troviamo subito un autentico gioiello: Lindau

Lindau, città portuale su un’isola raggiungibile attraverso un ponte.
Per più di 500 anni (dal 1275 al 1806) Lindau si chiamò orgogliosamente “Freie Reichsstadt” (Libera città imperiale) e questo titolo garantì alla città portuale privilegi e potere che, insieme alla sua singolare e pittoresca posizione nel Lago di Costanza, contribuisce ancora oggi al fascino di questa città.
Tutto il centro storico con i suoi numerosi palazzi e case antichi è riconosciuto e tutelato come monumento storico.

Cosa vedere:

A pochi metri dalla fine del ponte che dà accesso all’isola, c’è la Marktplatz (Piazza del mercato), il centro della città con le due chiese più importanti:
una cattolica, la Cattedrale “Unserer Lieben Frau” (Nostra Amata Signora) e una protestante, la Chiesa protestante di Santo Stefano, entrambe degne da essere visitate, per gli interni in stile roccocò e barocco.

Dal Marktplatz inizia la zona pedonale, con la strada principale “Maximilianstraße”, che attraversa tutta l’isola e che è uno splendido susseguirsi di palazzi antichi.
In particolare il vecchio municipio, costruito in epoca gotica (1422) e rimaneggiato un secolo più tardi in stile rinascimentale – e di case a graticcio.

Infine si arriva al porto: una passeggiata sul lungolago è senz’altro il culmine di ogni visita di Lindau.
Qui arrivano e partono i traghetti e le navi passeggeri che da qui raggiungono le più importanti località lungo il Lago di Costanza.
Ci sono due fari, il Mangturm, quello vecchio, che era in uso tra il 1180 e il 1300 e quello nuovo, eretto nel 1856 alla fine del molo che delimita l’entrata nel porto.

Di fronte a questo farò c’è la statua, alta 6 metri, del Leone bavarese che fu eretta nel 1856 che doveva simboleggiare la potenza della Baviera: è scolpita in marmo e pesa 70 tonnellate.

La sosta camper a Lindau: 2 parcheggi camper.

  1. Parking Eichwaldstrasse 7 € – Parcheggio per camper in Eichwaldstraße 56 – centro 4km
  2. Camperplaatsen Blauwiese P1 in Reutiner Straße – 20€ senza allacciamento elettrico – Collegamento bus navetta per l’isola di Lindau – centro 4 km
  • Bregenz

 


Tappa 2 – Lindau  – Friedrichshafen – Meersburg


Friedrichshafen

Proseguendo lungo la sponda nord, merita una sosta Friedrichshafen per visitare lo “Zeppelin-Museum” (Museo del dirigibile):
il museo presenta la più grande collezione al mondo sulla storia e la tecnologia del dirigibile Zeppelin e una collezione d’arte che raccoglie in 4.000 metri quadrati le opere di famosi artisti, tecnici e pionieri che hanno operato nella zona del Lago di Costanza.


I dirigibili Zeppelin, che prendono il nome dal loro ideatore Ferdinand von Zeppelin, sono nati a Friedrichshafen, e il volo del primo dirigibile avvenne proprio sulle acque del Lago di Costanza.
Chi lo desidera può anche prenotare un volo su un moderno dirigibile, che con tratte da mezz’ora a due ore sorvola dall’alto tutta la regione.
Il costo? Bè non è proprio economico:

Prezzo per persona: da €220 per il volo da 30′ a €825 per quello da 2h (sconti 20% per bambini 2-12 anni).

Per saperne di più: www.friedrichshafen.de

Sosta camper a Friedrichshafen (Zeppelin-Museum)


  • Camping Cap Rotach – piccolo Campeggio sul lago, in Eriskircher Weg 30 € 
Parcheggio all’esterno del campeggio Cap Rotach € 13,50

Meersburg

La prossima cittadina che vi suggerisco di visitare è Meersburg

Meersburg, con le sue vie del centro molto caratteristiche, le case ben tenute ed ordinate è una tappa imperdibile per chi viene al Lago di Costanza.
La cittadina è divisa in due parti, città bassa e città alta, dove si trovano due castelli:

l’Altes Schloss, il vecchio castello, risale al 630 ed è la principale testimonianza della fortificazione della località: è il classico castello medievale che ci si aspetta di visitare, con merli, camminamenti difensivi, fossati, segrete e le immancabili prigioni.
È il più antico castello ancora abitato in Germania.

Durata della visita : 2 ore

Ci sono due aree camper, entrambe situate ad un chilometro dal centro.

  1. La prima in Daisendorfer Straße 39 (15€ più eventuale allacciamento elettrico)
  2. l’altra lungo l’Allmendweg (12€ più eventuale allacciamento elettrico).
    Ho visto anche camper parcheggiati nel parcheggio del Hard Discount, in Dr.-Zimmermann-Straße, dietro ad una delle due aree: non so dirvi se in questo parcheggio ci siano divieti o meno.

Tappa 3 – Meersburg – Unteruhldingen – Birnau – Sciaffusa (Svizzera)


 

Unteruhldingen

La tappa successiva, sempre rimanendo sulla sponda nord è Unteruhldingen
.
Qui si può visitare il Museo delle palafitte: sono uno dei più grandi e più antichi musei all’aria aperta d’Europa, dedicato all’età della pietra.
La preistoria rivive in queste strutture ricostruite sul Lago di Costanza: composto da ventitré abitazioni dell’età della pietra e del bronzo (4.000-850 a.C. circa) e dal nuovo “archeorama” – uno spettacolo multimediale molto interessante.
L’Unesco ha denominato le costruzioni palafitticole dell’area pre-alpina “patrimonio dell’umanità” e lo show multimediale “ARCHEORAMA” spiega come questa eredità invisibile prende forma sott’acqua.

Dopo aver visitato le palafitte ricostruite e l’esposizione speciale, ci si può dirigere verso il percorso dell’età della pietra, in cui si sperimentano le tecniche e le pratiche quotidiane della preistoria.

Per saperne di più: www.pfahlbauten.eu


Sosta camper a Unteruhldingen

Parking P2 Sport- und Funpark – Bodenseestraße Uhldingen-Mühlhofen – Parcheggio senza servizi 6€ (gratis da novembre a febbraio)
⚠️ Prima di lasciare la sponda nord, merita una visita anche il bel Santuario di Birnau: sorge sulle rive del lago di Costanza e rappresenta uno dei capolavori del Rococò.
All’esterno piazzale panoramico, parcheggio, bar e zona pic-nic


Ora sconfiniamo ed entriamo in Svizzera.
Ci sposteremo poco lontano dal lago, per visitare una delle località più visitate in terra elvetica:

Le cascate di Sciaffusa.

Le più grandi e spettacolari cascate d’Europa sono uno spettacolo imperdibile: una massa impressionante di 700 metri cubi d’acqua che precipita ogni secondo per 23 metri d’altezza e 150 metri d’ampiezza.

 

Sosta a Sciaffusa: 

  • Parking Burgunwiese in Zentralstrasse 101 Neuhausen am Rheinfall, Svizzera –
    Ampio Parcheggio senza servizi vicino alle cascate del Reno (circa 1 km) a pagamento (2 Franchi/ora)

Tappa 4 Sciaffusa – Stein am Rhein – Reichenau (Germania)


Nel tratto di ritorno verso il Lago di Costanza, vi consiglio una visita al delizioso villaggio di Stein am Rhein che si trova sul Reno, che esce dal lago ed entra in Svizzera.
È famosa per il suo nucleo antico ben conservato con facciate di case dipinte e case a graticcio, per le quali nel 1972 le è stato conferito il primissimo Premio Wakker.

ℹ️ Parcheggio in riva al Reno a poche centinaia di metri dal centro paese, a pagamento.


Reichenau

Sconfiniamo e torniamo ancora in Germania.
La prossima tappa è l’Isola monastica di Reichenau.
Collegata alla terraferma con un ponte diga, l’isola è Patrimonio UNESCO.
Le tre chiese romaniche dell’isola sono espressione dell’architettura altomedievale nell’Europa centrale; gli affreschi restaurati con perizia dimostrano che Reichenau è stata un “centro artistico di grande importanza per la storia dell’arte europea del X ° e XI ° secolo ”

Il paesaggio naturale, la pesca di lago, i numerosi orti dove si coltivano asparagi, erba cipollina, cetrioli, cavolfiori, pomodori e lattuga, fanno sì che qui si respiri un’atmosfera semplice, tranquilla, un’atmosfera d’altri tempi.

ℹ️ Sosta camper a Reichenau:

  1. Parcheggio in Riedstraße senza servizi 6 €
  2. Parcheggio in Zum Sandseele 12 € con tutti i servizi
  3. Camping Sandseele in Zum Sandseele 1 – 30 €
  • Birnau

Tappa 5 – Reichenau – Mainau – Konstanz
Mainau


C’è un gioiello sul lago di Costanza che si chiama

Isola di Mainau

È un’isola giardino, fiori ovunque, un bel castello barocco, una chiesa che sembra un confetto, l’esotica casa delle farfalle e composizioni floreali fantasiose.
Nel periodo estivo è possibile partecipare alla “Lunga Notte dei giardini del Lago di Costanza” dove molti giardini aprono i loro cancelli e permettono a tutti gli appassionati di prendere parte a una intima serata dedicata ai giardini.
Fioriture lussureggianti, un parco con alberi di oltre 150 anni, lo splendore barocco del castello e della chiesa, la Casa delle Farfalle – una delle più grandi in Germania – il mondo acquatico del Mainau-Kinderland e ancora numerosi festival e ricorrenze culturali:

Il costo per accedere all’isola è di 22 euro.

ℹ️ Sosta camper

  • Parcheggio vicino al ponte pedonale che collega l’isola.
    Dal grande parcheggio (vietata la sosta notturna) si passa dalla cassa e quindi si accede al ponte pedonale che porta in questa meraviglia.
  • Camping Litzelstetten Mainau e si trova a tre km a nord di Mainau.
  • Mainau è  anche collegata, tramite una pista ciclabile di sette km, alla città di Costanza, dove esiste un’area sosta camper in Dobeleplatz.
  • Un’altra bella idea per la sosta camper è nella stupenda cittadina di Meersburg, sull’altra sponda del lago; l’isola di Mainau è infatti raggiungibile tramite un battello che salpa dal porticciolo di Meersburg, consentendovi di fare anche una piacevole traversata in barca sul lago di Costanza.

L’ultima tappa sul lago di Costanza ma non di questo tour, è proprio

Konstanz

Con i suoi 81.000 abitanti è la più grande città sul Lago di Costanza.
Città universitaria con numerosi monumenti, edifici storici e musei.
Gran parte degli edifici interessanti si trovano nella Altstadt (Città Vecchia): la città vecchia è dominata dalla maestosa cattedrale Münster, un paio di chiese e alcune torri, una delle quali indica il luogo dove sorgeva l’antico ponte medioevale sul Reno.

La parte più romantica e pittoresca della città si trova tra la cattedrale e il Reno ed è chiamata Niederburg (Basso Castello).
Qui gli edifici sono i più vecchi e le strade le più strette: l’area attorno alla Marktstätte (la piazza del mercato, in origine spiaggia del mercato) è la parte più vitale della Altstadt.

Uno dei simboli della città è rappresentato dalla grande statua di Imperia del controverso artista Peter Lenk Bildhauer posta all’entrata del porto.
La scultura di Imperia raffigura una famosa cortigiana italiana nata a Ferrara nel 1485.
Rappresenta gli aspetti meno pii del Concilio di Costanza, e i due uomini nelle sue mani si identificano in papa Martino V e l’imperatore Sigismondo.
Il primo venne eletto durante detto concilio, rimpiazzando tre Papi in competizione; l’altro era in carica durante il concilio, e rappresenta il potere secolare.
Entrambi sono nudi, ad eccezione dei simboli del loro potere.
Anche se Imperia non visitò mai Costanza, è collegata al concilio, che si svolse molto prima della sua nascita, da un romanzo di Balzac: La bella Impéria.

ℹ️ Konstanz – Area sosta camper in Dobeleplatz (18€ no allacciamento elettrico).

 


Tappa 6 – Costanza- – San Gallo e l’Abbazia (Svizzera) 
L’abbazia di San Gallo


Altro tesoro UNESCO dal 1983 è l’abbazia di San Gallo, in Svizzera, con la sua biblioteca, la cattedrale e il complesso monastico.
La biblioteca del monastero, costruita nel 1755, è una delle più belle, grandi e antiche biblioteche conventuali al mondo.
Nella sala rococò, caratterizzata da gallerie in legno e stucchi, sono conservati 150.000 volumi, tra cui il Psalterium Aureum, scritto ed illustrato in oro attorno all’anno 860.
Anche la cattedrale, con le sue torri gemelle alte 68 metri, gli stucchi e gli altari rococò, costruita dal 1755 al 1766 dai migliori progettisti del tempo, è un monumento da visitare assolutamente.

ℹ️ Sosta a San Gallo

  • Parking Spelterini – Parcheggio misto senza servizi – Tariffa oraria 1,50 CHF (dalle 22:00 è libero)
  • Olma Camping in Jägerstrasse –35 CHF
  • Mainau

Nel frattempo, buoni chilometri a tutti da Franco Parla,
CAMPERISTA ITALIANO


 

Hai intenzione di visitare questi luoghi? Scopri la nostra APP, la nostra Premium Card e le nostre convenzioni Europee abbonandoti a Camperisti Italiani Premium
scopri di più cliccando www.camperisti-italiani.com/passa-a-premium
Franco Parla

Viaggiatore da sempre e camperista dal 1991. Numerose le località visitate in lunghi viaggi in camper, prevalentemente in solitaria con la moglie Franca. Dal Marocco a Capo Nord, dalla Siria alla Russia, dalla Giordania alla Turchia. Tutta l'Europa e, naturalmente, l'Italia.