La foresta nera

Dove Andare Le Idee Ultime notizie
10 Luglio 2021
foresta nera

Germania – La foresta nera in camper

 

Amici camperisti un saluto da Franco Parla. La Foresta Nera è in uno dei luoghi più affascinanti della Germania. È l’ambientazione ideale di molte fiabe dei fratelli Grimm. Ecco quindi, un bell’itinerario in camper tra boschi, orologi a cucù, laghi, cascate e villaggi incantati.

Itinerario

  • 1 – Friburgo
  • 2 – Staufen – Todtnau – Feldberg
  • 3 – Schluchsee – St. Blasien- Titisee
  • 4 – Furtwangen – Triberg
  • 5 – Gutach – Schiltach – Die Uhrenstraße, la “Strada degli orologi”
  • 6 – Europapark – Baden Baden

 

Tappa 1

Friburgo

Friburgo è molto vivace, dinamica e cosmopolita, grazie soprattutto all’alto numero di studenti che hanno scelto l’università di Friburgo, una delle più vecchie e rinomate della Germania (fondata nel 1457). 
Il Duomo di Friburgo con il suo campanile che domina la città è in puro stile gotico ed è uno dei più belli d’Europa. Il centro storico, pavimentato con ciottoli provenienti dal Reno, è assolutamente da gustarsi a piedi.

 

I Bächle:

i suggestivi canaletti di Friburgo: uno degli aspetti che caratterizzano Friburgo è la presenza dei Bächle, piccoli ruscelli di acqua cristallina alimentati dal fiume Dreisam, che scorrono lungo le strade del centro storico. Una vera calamita per le mani e i piedi… dei piccoli e dei grandi anche perché Friburgo è la città tedesca con la maggiore quantità di ore di sole.
È anche la città più ecologica della Germania: molte innovazioni nelle energie rinnovabili, nel trasporto sostenibile, nel riciclaggio, nelle costruzioni “bio” sono partite da qui.

Cosa c’è da vedere a Friburgo?

la Cattedrale (Freiburger Münster) in stile gotico puro, costruita tra il 1200 e il 1513, il campanile è alto 116 mt. la piazza Münsterplatz, intorno alla cattedrale, con molti palazzi storici.

Il palazzo Historisches Kaufhaus (del 1532) sul Münsterplatz che un tempo era l’edificio della dogana e del commercio. Il vecchio e il nuovo Municipio, uno accanto all’altro che formano un unico complesso. Il Martinstor (del 1250) e lo Schwabentor (del 1250), due porte della città.
la piazza Augustinerplatz nel quartiere Gerberau, un punto di incontro per i giovani di tutte le età,
il palazzo Haus zum Walfisch (casa della balena), l’edificio in stile tadro-gotico è del 1515 e fu costruito per l’imperatore Massimiliano I. Dal 1529 al 1531 vi soggiornò Erasmo da Rotterdam dopo la sua fuga da Basilea.

Nelle Keidel Therme di Friburgo, l’acqua termale minerale sgorga dalla sua sorgente

📌 Sosta camper

Nuova Area sosta con tutti i servizi in  Georges-Köhler-Allee 106 Friburgo
10 euro + 1 euro per 2 kw


 

Tappa 2

Staufen – Todtnau – Feldberg

Staufen è una deliziosa cittadina a sud di Friburgo. 
Qui morì, nel 1540, il famoso “Doktor Faust”.
Le rovine del castello di Staufens, che troneggiano sopra la città, sono raggiungibili in 15 minuti a piedi. Già sede dei baroni von Staufen, che portarono in città anche il mago Faust come orafo, da qui si ha una vista mozzafiato sui Vosgi e sulla pianura del Reno.

📌 Sosta camper
Parking Staufen-Grunern -Parcheggio gratis in Ballrechter Straße 5
Oppure Camping Belchenblick in Münstertäler Straße 43 a 2 km dal centro

Todtnau

Bellissima cittadina nel cuore del parco naturale della foresta nera meridionale.
La città Todtnau, Sede dei minatori del Baden-Württemberg, si trova ai piedi del Feldberg, la montagna più alta della Foresta Nera a 1493 m. La Foresta Nera era già conosciuta come montagne ricche di minerali nei tempi antichi. L’estrazione delle vene del minerale d’argento sembra essere iniziata su scala più ampia intorno all’anno 1150.  I cercatori di tesori di Todtnau è una festa di carnevale, tipica della città.
Todtnau possiede una bella cascata

📌 Sosta camper
Area camper in Paßstraße con tutti i servizi.
Euro 10 il Parcheggio + euro 2 per carico acqua+ 2 euro per la corrente

 

 

Feldberg

La montagna più alta è il Feldberg (1493 m). Tutta la zona è ricca di colline, boschi, pascoli, vallate, piccoli laghi, cascate e romantici villaggi. Il verde è a perdita d’occhio ed è un paradiso per gli escursionisti: ci sono ben 22.000 chilometri di sentieri attrezzati!


Tappa 3

Schluchsee – St. Blasien – Titisee

Schluchsee e Titisee sono i laghi più importanti della Foresta Nera.
Lo Schluchsee è il lago più grande della regione. Il nome deriva da tubo o gola. Il punto più profondo è 61 m. Nel 1932 il lago naturale dovette essere abbassato di 13 m, così fu scavato un tunnel nella roccia utilizzando un ordigno esplosivo. È stata trovata una barca (piroga), che ha dimostrato che 650 persone vivevano già lì.

📌 Sosta camper
Area camper (GPS 47.815800, 8.181000 ) con tutti i servizi.
Euro 10 il Parcheggio + 2.70 euro tax per persona
euro 1 per carico acqua+ 1 euro per 8 ore di corrente

St Blasien

La cittadina, stazione termale, è legata indissolubilmente alla presenza del Monastero benedettino, del quale si hanno notizie fin dall’858 e che ben presto diventò il punto di riferimento della vita religiosa dell’intera zona. L’attuale Abbazia di San Biagio risale alla seconda metà del ‘700, quando cioè un grave incendio distrusse la chiesa precedente. L’edificio venne ricostruito in stile barocco, con pianta circolare, interni bianchi ed un’immensa cupola di 46 m che la rendono una tra le più grandi d’Europa.
Sosta camper nei pressi dell’abbazia

 

 

Titisee

Tra i luoghi da non perdere vi è il Titisee, un lago con profondità massima di 40 m e situato ad un’altitudine di 845 m. Originatosi dalla raccolta dell’acqua proveniente del ghiacciaio del Feldberg, sicuramente è una delle destinazioni turistiche maggiormente prese d’assalto sia in estate che in inverno.
Bellissime case e un centro termale.
Si può costeggiare il lago oppure incamminarsi per uno dei vari sentieri locali.
Oppure attraversarlo con delle piccole imbarcazioni

📌 Sosta camper
Area camper con tutti i servizi in Neustädter Straße – Titisee-Neustadt
16 euro


Tappa 4

Furtwangen – Triberg

Furtwangen im Schwarzwald

Città dal passato industriale, un tempo era sede delle più importanti botteghe per la produzione di orologi:  in particolare erano rinomati gli orologi musicali prodotti dal celebre orologiaio Emilian Wehrle.
Da visitare il Deutsches Uhrenmuseum (il Museo Tedesco dell’Orologeria tedesca)

📌 Sosta camper
Parcheggio senza servizi in Goethestraße 5- Furtwangen im Schwarzwald.
5 euro solo Parcheggio

Triberg

è un comune tedesco di 5.212 abitanti, famosa per gli orologi a cucù ma, soprattutto, per le meravigliose cascate di Triberg, generate dal fiume Glutach. 
Sono tra le più alte della Germania, con un salto complessivo di 163 metri. Ogni anno attirano moltissimi turisti per lo spettacolo scenografico che creano, in quanto si sviluppano su sette livelli di roccia granitica. Inoltre ci sono vari sentieri, che permettono di raggiungere la cima della cascata attraverso la foresta verdeggiante. Lungo tutto il percorso è possibile osservare il panorama mozzafiato con la cascata che scorre veloce e zampillante.

 

 

E poi un’altra particolarità delle cascate di Triberg:

è che sono illuminate fino alle 22.00: pensa che bello vederle in notturna! Tra l’altro pare che siano anche terapeutiche, perché la forte ionizzazione dell’aria circostante dovrebbe aiutare a curare e prevenire asma e raffreddori. Oltre che per il paesaggio suggestivo, la Foresta Nera è conosciuta soprattutto per la realizzazione artigianale degli orologi a cucù.
A Triberg si trova uno dei più grandi negozi di orologi a cucù di tutta la Germania, ed è situato in Hauptstraße 81.

Si tratta della Casa dei 1000 Orologi, o Haus der 1000 Uhren, ed è davvero inconfondibile sia per l’enorme esposizione di orologi presenti, sia per la famiglia di orsi meccanici posta sulla facciata dell’edificio in legno che ospita il negozio.

Girovagando negli immediati dintorni di Triberg noterai una cosa bizzarra: ogni frazione si vanta di possedere l’orologio a cucù più grande del mondo. E in effetti è difficile decidere chi sia il vincitore.
Uno dei più grandi e famosi si trova di certo a Schonach, a poca distanza da Triberg.

📌 Sosta camper
Parcheggio misto in Kreuzstraße 17 – Triberg
Solo parcheggio 3 € dalle 20 alle 7 h. – Diurno 1.5 €/h


Tappa 5

Gutach – Schiltach – Die Uhrenstraße, la “Strada degli orologi”

Gutach

Il museo all’aperto delle case tipiche della Foresta Nera con il tetto di paglia dovrebbe essere compreso in ogni visita della zona. Infatti, il museo all’aperto di Gutach è una delle attrazioni imperdibili della Foresta Nera perché permette di toccare con mano la storia, la cultura e le tradizioni di questa affascinante zona della Germania. Il nome ufficiale del museo è Freilichtmuseum Vogtsbauernhof e deriva dalla fattoria Vogtsbauernhof, l’unica del museo che è ancora situata nel suo posto d’origine, dove è stata eretta nel 1612. E’ stata il primo edificio a far parte del museo all’aperto nel 1964. Il suo stile di costruzione rappresenta la tipologia di casa della valle Gutach.

Su una vasta zona sono disposte altre fattorie:

smontate da zone circostanti dove spesso erano in stato di abbandono dopo la morte dei proprietari, riallestite e ristrutturate qui a partire dal 1960-70. 
Si tratta di fattorie arredate internamente, mulini, segherie e fienili che illustrano la vita e i lavori dei contadini della Foresta Nera a partire dal Seicento.
Durante le feste popolari si possono ancora vedere persone di tutte le età con i vestiti tradizionali. Tra questi ci sono i “Bollenhüte”, cappelli tradizionali, spesso venduti, in tutte le dimensioni, anche come souvenir. Sono in paglia con delle palle di lana colorate. 
Le ragazze nubili portano il cappello con le palle rosse, le donne sposate quello con le palle nere.

📌 Sosta camper
Area camper in Steingrün 16 – Gutach 15 € con tutti i servizi

Schiltach (4.000 ab.)

è uno dei paesi-cartolina della Foresta Nera, circondato da colline e immerso nel verde. Le sue strade brulicano di case a graticcio, che gli conferiscono un’immagine romantica, d’altri tempi.
Il cuore della cittadina è la Marktplatz con il Municipio, edificato nel 1593 e caratterizzato da una bella facciata affrescata.

Il paese è toccato da due fiumi, il Kinzig e il Schiltach, che in passato costituivano la principale fonte di ricchezza degli abitanti: infatti erano usati per trasportare la legna sulle zattere.
Schiltach è davvero uno dei villaggi degni delle fiabe dei Fratelli Grimm.

📌 Sosta camper
Area camper gratuita con servizi in Am Hirschen 1 – Schiltach

La Die Uhrenstraße:

la “Strada degli orologi” è un percorso molto bello, dedicato agli orologi e che attraversa suggestive vallate e pittoreschi villaggi.

https://www.deutscheuhrenstrasse.de

 


 

Tappa 6

Europapark – Baden Baden

L’Europa-Park è il principale parco divertimenti tedesco e uno dei maggiori in Europa, secondo per numero di visitatori solo a Disneyland Paris. È situato nella città tedesca di Rust, vicino a Friburgo.
Il complesso si estende su una superficie di 710 000 metri quadrati (di cui 335 000 occupati dal solo parco) e al suo interno si trovano più di 100 attrazioni meccaniche, tematiche e acquatiche, suddivise in 15 grandi aree tematiche riproposte nel contesto delle maggiori nazioni europee, e 2 dedicate specificamente ai bambini.
L’Europa Park è il Parco con le Montagne Russe più alte d’Europa.

Sono presenti inoltre 6 hotel a tema, un campeggio e un parco acquatico indoor.

📝  Ingresso: Gratuito fino a 3 anni – Da 4 a 11 anni 47 euro – Adulti 55 euro

📌 Sosta camper
Camp Resort Europa-Park – campeggio, costo:
camper fino a 7 metri 15 € ( oltre 9 metri 20 €)
Adulti 9 €
Bambini €
Cane 5 €

 

 

Baden Baden

Le sue acque termali, già conosciute e sfruttate dai Romani come “Aquae Aurelie” e soprattutto il casinò, rappresentano ancora oggi le mete di un turismo stimolato anche dalla ricca offerta culturale della città.
Anche chi non ama le case da gioco apprezzerà il casinò di Baden-Baden, aperto nel lontano 1838. Basti pensare che la famosa cantante Marlene Dietrich chiamò “il più bel casinò del mondo”.
Qui non ci sono le rumorose slot-machines di Las Vegas, si gioca solo sul tavolo verde e il nobile ambiente crea un’atmosfera da “belle epoque”.

È una città molto elegante, piena di parchi e giardini che invitano il visitatore a delle piacevoli passeggiate. La città è nota anche per il ricchissimo calendario di concerti, mostre, congressi e appuntamenti culturali di ogni genere.

  • Cosa vedere a Baden-Baden
  • la Trinkhalle, la sala dove si bevono le acque medicinali
  • il vecchio castello
  • la chiesa russo-ortodossa
  • il teatro
  • il viale Lichtentaler Allee (lungo il fiume Oos) e gli altri parchi e giardini della città
  • Il vero gioiello della città è l’elegante Kurhaus con il suo casinò

📌 Sosta camper

Parking Tennishalle in Aumattstraße 34 a Baden-Baden è un Parcheggio pubblico gratuito – centro a 2 km
Oppure Area sosta camper 15,30 euro in Hubertusstraße 2 Reisemobilplatz con carico e scarico

Un saluto a tutti i Camperisti Italiani da Franco Parla.

 

 


passa a premiumVisiterai la Germania in camper ?
Cerca le strutture convenzionate con la nostra Premium Card digitale. 
scopri Camperisti Italiani Premium,
“un mondo di vantaggi a misura di camperista”

 


Franco Parla

Franco Parla, viaggiatore da sempre e camperista dal 1991. Numerose le località visitate in lunghi viaggi in camper, prevalentemente in solitaria con la moglie Franca. Dal Marocco a Capo Nord, dalla Siria alla Russia, dalla Giordania alla Turchia. Tutta l'Europa e, naturalmente, l'Italia.