Caorle Borgo Antico

Dove Andare Ultime notizie
1 Marzo 2021
Caorle cover

Caorle, antico borgo di pescatori

Oggi vi portiamo a conoscere Caorle, un antico borgo di pescatori con le case dai colori accesi che richiama alla memoria l’Isola di Burano.
Anche qui infatti le case dai colori sgargianti servivano ai pescatori per riconoscere la propria abitazione quando rientravano dalla pesca nei momenti di nebbia.

La città ha origini antiche e nell’entroterra sono stati rinvenuti reperti di antichi insediamenti preistorici, come vasellame risalente all’età del bronzo, ovvero al XV-XVII secolo a.C.

La città in epoca romana era il più importante porto dell’Alto Adriatico, qui le grandi navi, risalendo l’attuale fiume Lemene, facevano scalo per caricare o scaricare uomini e mercanzie.

Il passato di Caorle è direttamente collegato anche alla storia della Repubblica di Venezia e questo è ancora ben visibile nell’architettura del centro storico.

DA VEDERE:

Passeggiando tra le calli e i campielli che compongono il centro del borgo, ci si imbatte in dei bellissimi scorci da fotografare;
ma il vero cuore del paese è la piazza principale con il Duomo in stile romanico e il campanile cilindrico risalente all’XI secolo, che rappresenta il vero simbolo della cittadina.

Su prenotazione il campanile è visitabile e, salendo i suoi 80 gradini, ci si può regalare una delle più suggestive viste di tutto il litorale che, nel momento del tramonto assume dei colori incredibili.

 

Caorle Borgo Antico

 

 

SPIAGGE DORATE

Altra peculiarità di Caorle sono anche le lunghe e profonde spiagge di sabbia dorata adatte anche per i bambini, insignite dal 2008 della bandiera blu, riconoscimento che è stato concesso per la qualità dell’acqua e dei servizi nel nome della sostenibilità ambientale.

Tra la spiaggia di Levante e quella di Ponente si estende una protezione a mare atta a proteggere il borgo dalle mareggiate e dal 1993 su questa scogliera ha preso avvio il concorso “Scogliera viva“ .
Questa manifestazione vede artisti provenienti da tutto il mondo darsi appuntamento due anni per scolpire sui massi le loro opere, dando così vita a una sorta di galleria d’arte a cielo aperto.

Una bellissima passeggiata permette di ammirare tutte queste sculture e di arrivare fino al Santuario della Madonna dell’Angelo, una chiesa che è diventata meta di pellegrinaggio di fedeli che arrivano da ogni parte del mondo.

La particolarità di questo Santuario e del suo campanile è quella di trovarsi su un promontorio che si incunea nel mare Adriatico, in una posizione a dir poco suggestiva.

 

Caorle al tramonto

 

 

PESCE SEMPRE FRESCHISSIMO

Caorle mantiene tuttora la sua natura di borgo di pescatori e quotidianamente, prima dell’alba, i piccoli pescherecci partono dal suo porticciolo per rientrare nel pomeriggio con il pescato fresco.

Il pesce viene poi venduto al mercato ittico comunale, dove si può andare per acquistarlo o semplicemente per godere dello spettacolo della vendita all’asta, che da queste parti segue un rituale tipico tutto da scoprire.

Se vuoi sapere di più sulla visita al mercato ittico di Caorle clicca qui

 

ℹ️Sosta camper
Per i camperisti, Caorle  offre molte possibilità di sosta sia con campeggi, situati sempre vicino al mare, che con aree di sosta a pagamento complete di servizi.

Per chi invece è amante della sosta libera, prima del paese, vi è un grande parcheggio gratuito dove è ammessa la sosta sia di giorno che di notte.
Da qui, sia il borgo che la spiaggia sono raggiungibili con una comoda pista ciclabile.
GPS N 45.607222, E 12.875278

PORTAMI QUI

 


Visitierai CAORLE in camper ?
Cerca le strutture convenzionate con la nostra Premium Card digitale. 
scopri Camperisti Italiani Premium, un mondo di vantaggi a misura di camperista
Giovanna e Alberto

Giovanna e Alberto, da sempre amanti dei viaggi in libertà, sono diventati camperisti dal 1996 per poter continuare a viaggiare in compagnia del loro gatto. Ad oggi viaggiano ancora con il loro Laika 5L da cui non vogliono separarsi perché lo ritengono unico nel suo genere. Sono due Veneziani DOC, profondi conoscitori delle meraviglie della propria Regione.