Lago di Garda

Cosa Fare Le Idee Ultime notizie
25 Marzo 2020

Lago di Garda
di Alberto Angelici


AMICI CAMPERISTI, un saluto da Alberto il camperista.

Sono Alberto, ambassador traveller di Camperisti Italiani e vi invito a un’inaspettata gita invernale.
Allora, mi fate compagnia? Su, venite.

In coincidenza con un impegno nei pressi del lago di Garda, ho deciso di ritagliarmi qualche ora per godermi i colori straordinari d’una giornata fresca ma assolata e splendida.
È anche l’opportunità di “ sciogliere i muscoli” a Zingaro, il nostro camper fermo in giardino fin dal rientro dalla Scozia a fine agosto.
Scarno e scorrevole il traffico sulla strada costiera, come prevedibile in una giornata feriale d’inizio dicembre.
Viaggio più piano che posso per gustarmi le immagini di un’acqua incredibilmente blu che scorrono alla mia destra negli squarci lasciati liberi da ville e hotel.
Le onde crestate di bianco, sembrano quelle del mare e un vento robusto gioca sui marciapiedi con le foglie che ancora gli spazzini non hanno raccolto.

A Desenzano approfitto del grande parcheggio nei pressi del Circolo tennis Spiaggia d’oro, a pochi passi dalla riva.
Poco prima ho intravisto la vetrina di un panificio-pasticceria siciliano e l’idea è quella di procurarmi il pranzo e intanto fare una passeggiata.
Poche le piazzole occupate, posso così sistemare il camper con lo sbalzo posteriore oltre il cordolo, sul prato e in tal modo non sporgere sul davanti oltre i limiti consentiti.
Attenzione, però, perché una sbarra ora aperta, mi fa pensare che in alta stagione il parcheggio sia agibile soltanto ai mezzi di altezza non superiore ai 2 metri.

Il banco di “Delizie di Sicilia”, Viale Motta 40, offre una ricca scelta, sia dolce che salata, e un’elevata qualità generale. Una sorridente ragazza originaria di Catania mi serve un grosso arancino al ragù dall’aria verace e un riquadro di pizza appena sfornata. Entrambi si riveleranno davvero ottimi.

Tengo un passo allegro mentre torno verso il circolo tennis dove un varco fra gli edifici consente allo sguardo di spaziare verso il lago. Le montagne sullo sfondo segnano l’orizzonte con il bianco della prima neve caduta nei giorni scorsi.
La risacca rompe con fragore sulla riva, appena sotto la ringhiera e resto un poco lì, a godermi quei momenti di pace.
Un cagnetto dalla coda a ricciolo arriva dal viale ad annusarmi le scarpe ma dopo un attimo schizza via, richiamato dall’uomo in cappotto cammello e cappello nero.

Davanti a me sfilano i gabbiani che sembrano impegnati in una corsa nel vento e un piccolo battello bianco e rosso traccia il solco sul lago in direzione del vicino imbarcadero. Mi trovo in un’area dove non mancano le opportunità di sosta.
Segnalo il Camping Village Desenzano e il Camping San Francesco in cui per vari anni, a metà settembre, ho affittato una grande piazzola di oltre 60 metri quadrati proprio a bordo lago.

Tutte le mattine per 12 giorni praticavo le cure per la sinusite presso le terme di Sirmione e per il resto della giornata esploravo in scooter il territorio circostante.
Ogni anno, a cerchi più larghi.
Sempre a Desenzano ma vicino a Sirmione, segnalo anche l’area di sosta camper “La Spiaggia, Via Vò 19 (già Via Valtenesi)
Email: info@areacamperlaspiaggia.it
Tel. 030.9140243
Numero diretto: 366.7869788
Coordinate GPS:
N 45.487573
E 10.521896

Aperto tutto l’anno, pulito, tranquillo e ben gestito.
Infinite le attrattive di quest’area, a prescindere dal lago in sè.
Meritano almeno una visita i centri storici di Desenzano e quello, davvero suggestivo e unico di Sirmione stretto sulla sottile penisola, protetto dallo spettacolare castello e terminante con i resti archeologici della vasta villa romana di età augustea (circa I sec. dopo Cristo) detta di Catullo, sulla punta estrema che si protende nel lago.
Facendo base Sirmione e spostandosi anche in bici, molte le località raggiungibili, impossibili da citare tutte.
Fra le tante, Saló e la sua bella baia (quasi un fiordo) a ovest, Peschiera, Gardaland ( specie se avete bimbi) e Lasize a est.
Di notevole interesse, sotto il profilo storico, paesaggistico, artistico e architettonico, il grande complesso di edifici e giardini del Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera, poco a nord di Saló, sulla SS45 bis.

Costruito fra il 1921 e il ‘38, il Vittoriale occupa una superficie di 6 ettari, fu la residenza di Gabriele D’Annunzio, poeta e scrittore, eroe di Fiume e iconica figura della sua epoca, e offre una spettacolare vista sul lago.
Da vari anni, il Vittoriale è molto ben gestito dall’omonima Fondazione e aperto tutto l’anno con orari differenti a seconda dei periodi.
La visita, che richiede dalle 3 alle 4 ore, è solo con guida.
Per orari e dettagli sulle tariffe, davvero molto diversificate, consiglio di visitare il relativo sito web.

Buoni km a tutti da Alberto Angelici, CAMPERISTA ITALIANO.