Consigli su come organizzare la cucina in camper/caravan

Come Fare Le Idee Ultime notizie
21 Giugno 2022

Come organizzare la cucina in camper/caravan

Per tutti quelli che… mi volano i piatti a ogni curva… come organizzo la cambusa… non voglio scatolette… un utilissimo vademecum per la cucina in camper!

1- Parola d’ordine organizzazione.

In camper manca principalmente spazio e potenza di fuoco, mentre di norma si ha più tempo da dedicare alla cucina, per cui quando si pensa a come e cosa cucinare in camper è necessario tenere ben presente questi parametri.

2. Quante pentole portare e di che tipo?

Innanzitutto se si parla di cucina è doveroso dire che molto dipende dallo spazio a disposizione e ovviamente dal numero di persone per le quali mediamente si deve cucinare, in funzione delle quali è necessario adottare pentolame di adeguate dimensioni.

Io di norma tengo in camper:


– Una pentola per l’acqua per la pasta, utilizzabile anche per zuppe, minestroni, polenta, ecc…
– Una padella dai bordi bassi, utilizzabile per frittate, per saltare la pasta, verdure, ecc…
– Una padella dai bordi alti, per spezzatini e umidi
– Un pentolino medio/piccolo

3. Scatolette sì o no?

Demonizzare le scatolette a priori ritengo sia un grave errore, con una scatoletta di tonno si possono fare degli ottimi sughi per la pasta, così come verdure sott’olio in conserva possono essere d’aiuto per ricette gourmet o insalate estive. Vi sono degli ottimi prodotti in commercio, sia dal punto di vista qualitativo che dal punto di vista del gusto e del rispetto delle materie prime usate per la loro produzione, perché non sfruttarli?

Qualcosa di utile per le emergenze bisogna sempre tenerlo a portata di mano, io verifico sempre di avere:

– Qualche scatoletta di tonno. Non solo utile per un secondo al volo ma anche molto comoda per fare un sugo per una pasta;

– Passata o polpa di pomodoro. La base di tantissimi piatti all’italiana, non c’è bisogno di spiegazioni per il loro utilizzo.

– Ceci, fagioli o lenticchie. Comodissimi in inverno per fare delle zuppe con verdure o patate, in estate comodi per fresche insalate nutrienti.

Ecco cosa non può mancare in cucina.

4. Preparati industriali si o no?

Certo che portare con sé nel congelatore del camper le ciotoline di brodo fatto a casa e congelato sarebbe sempre il massimo, ma non dobbiamo vergognarci di usare anche il dado da brodo. Ci sono dei prodotti biologici senza glutammato aggiunto e con poco sale che ci salvano la vita in alcuni casi. Non è sempre possibile usare scarti di pesce per fare un fumetto o arrostire delle ossa di bovino per fare un sugo di arrosto… dobbiamo anche essere pratici.

5. Portare da casa o fare tutto espresso?

Fare tutto espresso sarebbe l’optimun, ma ovviamente vorrebbe dire consumare molto gas per la cottura di tutte le preparazioni, sporcare molte padelle o ciotole e di conseguenza consumare molta acqua per lavarle. Quindi che fare?

Basta organizzarsi e ragionare prima. Quando si cucina a casa, a seconda della preparazione basta farne un po’ di più e congelare quanto non consumato. Io con questa tecnica tengo pronte delle ciotole di brodo di pesce (perfetto per farmi un risotto di pesce in camper per esempio), delle creme di fagioli o di legumi, salse di vario tipo.

Quando poi non ho proprio voglia di cucinare scaldo una teglia di parmigiana o una lasagna preparata a casa e congelata. Lo stesso vale per le polpette col sugo, queste si scaldano anche in padella.

Quando si fa il ragù a casa perché non metterne un po’ in alcuni barattoli sterilizzati e tenerli sempre pronti nella cucina del camper? Sono comodissimi…

6. Non ho il forno nel camper che faccio?

In padella si possono fare diverse cose, comprese lasagne, dolci e pizza. Ovviamente non saranno perfette come quelle cotte nel forno, ma comunque ottime e sempre genuine e sane. Con un po’ di pratica e studio alla mancanza del forno si sopperisce facilmente.

7. Spezie, quali tenere?

Anche questo argomento è soggettivo, vi illustro la mia dotazione di base: oltre a sale fino e grosso e pepe in confezione con macinino, nella cucina del mio camper non manca mai: aglio in polvere, basilico, rosmarino ed origano (tutti essiccati), paprika affumicata, peperoncino in polvere.

Premium Card

Stai per partire in camper?
Cerca le strutture convenzionate con la nostra Premium Card digitale.
scopri Camperisti Italiani Premium,
“un mondo di vantaggi a misura di camperista”

Gianluca Gabanini

Classe 1971, ovviamente camperista, cucino dall’età di 11 anni, a 9 ho inziato a tagliare delle bistecche nella bottega del babbo (che ovviamente faceva il macellaio). Mi piace studiare il cibo e il suo contorno. sommelier certificato, ho frequentato diversi corsi di cucina e Master of food. Amo la vita e odio i rompiscatole e i lagnoni, guai a tenermi fermo… se non faccio almeno 50.000 km all’anno non sto bene.