Picture of di Ferruccio Giacomelli

di Ferruccio Giacomelli

Matera in Camper, cosa vedere e dove sostare

Un paesaggio unico come la murgia materana è lo scenario dove sorge la città di Matera, costruita nella roccia tufacea sul fianco del vallone Gravina che è a tutti gli effetti un burrone, un grande canyon dove scorre un torrente che divide la città in due rioni.

Visitare Matera significa fare un salto indietro nel tempo in una delle città più antiche al mondo ad essere ancora abitata dai tempi della preistoria. Matera è anche il primo sito Unesco ad essere stato assegnato nel sud Italia.

Matera in Camper

Matera in Camper: cosa vedere durante la visita?

I Sassi di Matera

I Sassi sono rioni cioè antichi aggregati di case scavate nella calcarenite, a ridosso della gravina che, nel 1993, l’Unesco ha dichiarato Patrimonio mondiale dell’umanità. Sono un vero intreccio di grotte abitate, vicoli tortuosi, chiese, terrazzamenti e cunicoli sotterranei che li rende un complesso architettonico perfettamente adattato al paesaggio.

I Sassi sono divisi in due quartieri:

  • il Sasso Barisano dove le case-grotte sono state perlopiù adibite a negozi, ristoranti e alberghi
  • il Sasso Caveoso che deve il suo nome alla forma simile alla cavea di un teatro, con le abitazioni disposte a gradoni. Il Sasso Caveoso è ritenuto il quartiere più antico della città.
  • il Rione Civita che sorge sullo sperone che separa i due Sassi e completa il centro storico della città.

La casa-grotta di Matera

Poter entrare in una delle case scavate nella roccia e poter vedere come vivevano gli abitanti è davvero incredibile e ve lo consiglio vivamente.

All’interno si possono vedere i pochi mobili disposti in un’unica stanza dove vivevano anche più di dieci persone e dove è presente anche una cisterna per la raccolta dell’acqua da utilizzare. Il letto è imbottito con foglie di granturco ed è presente un tavolo con al centro un solo grande piatto utilizzato da tutti.

Casa Grotta di Matera
Credits: oltrelartematera.it

La casa-grotta si può visitare tutti i giorni dell’anno, festivi compresi e il biglietto ha un prezzo abbastanza basso. È necessario prenotarsi oppure acquistare il ticket online. Maggiori dettagli li trovate QUI

Matera in Camper: le Chiese Rupestri

Molte Chiese scavate nella roccia tufacea sono presenti a Matera ognuna con la sua storia. Si tratta di eremi, basiliche, cripte oppure santuari situati in diversi luoghi lungo i Sassi, sulle pareti della Gravina e sull’altopiano della Murgia materana.

Essendo circa 150 le chiese rupestri diffuse sul territorio è stato istituito il Parco delle Chiese Rupestri del Materano che si occupa della tutela di questo immenso patrimonio storico-culturale.

Chiesa rupestre di Matera
Madonna De Idris

Tra le tante Chiese visitabili consiglio:

  • Chiesa di San Pietro Barisano, nel sasso omonimo, interamente scavata nel tufo e con la facciata romanico-barocca
  • Chiesa di Santa Lucia alle Malve, decorata da affreschi tra cui la famosa “Madonna del Latte”
  • Chiesa di Santa Maria de Idris, scavata nel fianco del Monterrone, con la cripta di San Giovanni forma un unico complesso rupestre collegato da un cunicolo interno

Il Palombaro lungo di Matera

Durante i lavori di sistemazione della piazza, come avviene molto spesso nelle città, è stata rinvenuta una grossa apertura nel sottosuolo, fatta a cisterna. 

Profonda 16 metri e contenente circa 5.000 metri cubi d’acqua, la cisterna chiamata Palombaro lungo, faceva parte di un complesso sistema di recupero dell’acqua piovana e dell’acqua che proveniva da una fonte nei pressi del Castello Tramontano, molto ingegneristico per l’epoca, utilizzato a Matera.

Visitarlo lungo un suggestivo percorso, a 17 metri di profondità, consente di ammirare gli ambienti di una delle cisterne scavate nella roccia più grandi al mondo, una vera e propria cattedrale dell’acqua. Per conoscere orari e prezzi clicca QUI

Palombaro Lungo
Palombaro Lungo

La Cattedrale della Madonna della Bruna e di Sant’Eustachio

In posizione dominante sul promontorio della Civita, la Cattedrale di Matera è uno scrigno di tesori nonché un punto panoramico straordinario sul Sasso Barisano.

Edificata tra il 1230 e il 1270, la Cattedrale ospita al suo interno il “Giudizio Universale”, ciclo di affreschi rinvenuti a seguito di lavori di restauro, databili tra il Duecento e il Trecento.

Da non perdere altresì il celeberrimo presepe in pietra realizzato da Altobello Persio, membro della famiglia materana artisticamente molto attiva nel ‘500.

In facciata spicca il portale d’ingresso sormontato dalla statua della Madonna della Bruna, protettrice di Matera e il rosone centrale a 16 raggi, simbolo della ruota della vita, sovrastato da San Michele Arcangelo intento a schiacciare il drago.

La Cattedrale è possibile visitarla ogni giorno dalle 10 alle 19.

Matera Sotterranea: l’Ipogeo Materasum

Come abbiamo potuto capire Matera è anche una città sotterranea e visitarla ci da modo di capire come vivevano gli abitanti tra cunicoli, grotte e cisterne scavate nella roccia. È consigliabile scegliere la visita guidata per ascoltare il racconto della nascita della città e la storia dell’Ipogeo, come si svolgeva la vita nei Sassi, le abitudini degli abitanti e il legame con la terra e gli animali.

Ipogeo Materasum
Ipogeo Materasum

Durante la visita si vedranno gli ambienti sotterranei che erano adibiti a diverse funzioni: abitative, produttive e religiose. In alternativa è possibile fare anche la visita in autonomia con l’ausilio di audioguide, ad un prezzo inferiore.

Portare con sé una giacca perché nei sotterranei la temperatura è costante tutto l’anno intorno ai 16-18 gradi.
Per maggiori info sulla visita guidata alla città di Matera, clicca QUI

Matera in Camper: La Cripta del Peccato Originale

Situata ad una decina di km dalla città, la Cripta del Peccato Originale è definita la Cappella Sistina della pittura parietale rupestre. Entrando si rimane affascinati dagli straordinari affreschi, testimonianza più importante della pittura altomedievale dell’area mediterranea.

Gli affreschi rappresentano scene bibliche della Genesi con il Peccato Originale, ma sono raffigurati anche gli apostoli, gli arcangeli e la Vergine.

L’autore è ignoto ma è sempre stato identificato come “Il Pittore dei Fiori di Matera” per la presenza nella parte inferiore degli affreschi di numerosissimi fiori con i petali rossi.

La Cripta del Peccato Originale si visita solo su prenotazione poiché l’accesso è consentito ad un numero limitato di persone. Da martedì a domenica dalle 9 alle 18.

Potete prenotarvi cliccando QUI

Dove sostare in Camper per visitare Matera

📍 Area camper kartodromo Matera

km 582+538, SS7, Matera (MT)

N40.679992, E16.624051

PORTAMI QUI

Attrezzata con camper service, elettricità, bagni e docce calde. Distante dal centro 4 km raggiungibili con navetta dell’area camper.

📍 Area Camper Masseria Radogna

Contrada Murgia Timone, Matera (MT)

N40.671222, E16.631207

PORTAMI QUI

Attrezzata con camper service, elettricità, bagno, in una masseria del 1800 6 km dal centro, ma con servizio navetta. Maggiori info e prezzi QUI

📍 Agriturismo Masseria del Pantaleone

Contrada Chiancalata, 27, Matera (MT)

N40.652554, E16.607503

PORTAMI QUI

Area attrezzata con camper service, elettricità, bagni e docce calde e lavatoio stoviglie. Servizio navetta gratuito verso il centro che dista 3km. Maggiori info QUI

📍 Parcheggio Camper

Via Giuseppe Saragat, Matera (MT)

N40.666713, E16.596887

PORTAMI QUI

Punto sosta senza servizi vicino al centro, a pagamento 0,50€ all’ora anche con bancomat. Distante dal centro 800 metri, aperto H 24. Posti riservati ai camper a volte occupati dalle auto.

📍 Area Camper Matera – Tenuta Lamacchia

Contrada Due Gravine, Matera (MT)

N40.630915, E16.586057

PORTAMI QUI

Attrezzata con camper service, elettricità, area relax, wi-fi, navetta e visite guidate per il centro, distante 10 km. Forno a legna per cucinare o grigliare all’aperto e piscina. Trovi più info QUI

PERCHÉ NON LEGGI ANCHE: