Picture of di Alberto Pillon

di Alberto Pillon

Polonia in Camper: 5 cose da non perdere la prima volta

POLONIA IN CAMPER

Con la sua posizione al centro dell’Europa, la Polonia è stata per diversi decenni la linea di confine che separava l’Europa orientale da quella occidentale.

Oggi è una nazione che sta vivendo il boom del turismo, dopo anni bui, e si offre moderna, tecnologicamente avanzata e molto interessante ai visitatori.

Come ogni grande nazione non basterebbero mesi per visitarla, ma noi vogliamo raccontarvi 5 cose da non perdere se ci andate per la prima volta.

Polonia in Camper

Tabella dei Contenuti

Polonia in Camper: Cracovia

Giovane e frizzante, Cracovia è la capitale culturale della Polonia per l’altissima presenza di studenti da tutta Europa, e relativi locali per il divertimento.

Il centro storico di Cracovia si sviluppa intorno alla più grande piazza medievale d’Europa: il Rynek, la piazza del mercato, nel cuore della città Patrimonio Unesco. Qui è situata la Chiesa di Santa Maria e l’Antico Mercato dei Tessuti chiamato Sukiennice.

La piazza è costantemente animata da persone che si incontrano nei caffè, visitano le gallerie, i banchi dei fiori, oppure salgono sulle carrozze trainate dai cavalli o guardano gli spettacoli improvvisati di musicisti ed artisti di strada.

Cracovia
Palazzo del Tessuto

In un angolo si vede, un po’ inclinata, quello che resta della Torre Campanaria del Municipio, dove osservare la città dall’alto dei suoi 70 metri.

La statua che arreda la piazza è quella di Adam Mickiewicz: uno dei più amati e conosciuti scrittori della Polonia con, attorno al basamento, la Patria, la Scienza, il Valore e la Poesia.

Polonia in Camper
Statua di Mickiewicz

Il Museo nei sotterranei di Piazza del Mercato

Per visitare questo singolare museo si entra dalle cantine sotto al Mercato dei Tessuti e ci si addentra in una zona dove vengono conservati monili, monete, stoviglie, abiti e oggetti di vario tipo risalenti all’epoca medievale.

 

La Basilica di Santa Maria (Bazylica Mariacka)

La chiesa più importante della città ha un altare risalente al 1489 che è un vero capolavoro ad opera dell’artista Veit Stoss. Pensate che impiegò ben 12 anni per realizzarlo e comprende più di duecento immagini della vita della Madonna.

Cracovia
Basilica di Santa Maria

Il soffitto a cielo stellato rende la chiesa ancora più preziosa ed è una policromia di Jan Matejko artefice anche una delle vetrate principali del lato ovest.

Per visitare il presbiterio e l’altare principale occorre acquistare un biglietto, per il resto della chiesa l’ingresso è gratuito.

La facciata è impreziosita da due torri campanarie di altezze diverse che celano una leggenda riguardo i due fratelli che le costruirono. Si narra, infatti, che il fratello minore, accorgendosi che la costruzione della sua torre procedeva a rilento, in preda a rabbia e invidia, decise di ucciderlo e poi di suicidarsi a sua volta. Per sapere più dettagli su questa e altre storie legate alla chiesa, potete prenotare un tour con la guida.

Il Castello Wawel

Luogo di incoronazioni reali, il Castello Wawel è stato la residenza dei regnanti polacchi fino al XVI secolo, prima che la capitale diventasse Varsavia.

Affacciato sulla riva sinistra del fiume Vistola, il castello Wawel è Patrimonio Unesco ed è uno dei siti medievali più apprezzabili d’Europa.

L’esterno si presenta imponente con la grande cinta muraria e le torri difensive, mentre all’interno si possono visitare gli appartamenti reali, l’armeria e la sala Poselska, tutto impreziosito da splendidi arazzi risalenti al ‘400-‘500.

La Cattedrale di Wawel e la Grotta del Drago

Vicino al castello si trova la Cattedrale di Wawel, in stile gotico, con al suo interno il Museo diocesano dedicato a Papa Giovanni Paolo II.

Qui sono presenti le tombe dei grandi sovrani della Polonia ed anche dei maggiori eroi e scrittori nazionali.

La Torre Campanaria ospita la Campana di Sigismondo che è la più grande della Polonia.

La Grotta del Drago nasconde la leggenda del perfido drago sputafuoco che si dice vivesse nelle segrete del castello. Non vi resta che visitarla.

Maggiori info, orari e prezzi QUI

Wawel
Cattedrale di Wawel

Il quartiere Kazimierz

Una delle più grandi comunità ebraiche della Polonia viveva in questo quartiere prima di essere deportata nei campi di concentramento.

Qui possiamo ancora vedere le abitazioni, le sinagoghe, i musei e tutto quello che riguardava la vita degli ebrei polacchi. Lo stesso quartiere Kazimierz è famoso per essere stato l’ambientazione del film Schindler’s List, nel 1993.

Dove sostare in Camper a Cracovia

📍Parcheggio

Skwer Wolnej Ukrainy 17, Kraków, Polonia

N50.067465, E19.937030

PORTAMI QUI

Parcheggio custodito vicino al centro, senza servizi.

📍Camping Adam

Wioślarska 19, Kraków, Polonia

N50.047181, E19.903138

PORTAMI QUI

Piccolo campeggio vicino al fiume e alla fermata dei mezzi pubblici per il centro. Maggiori dettagli QUI

Polonia in Camper: Miniere di Sale di Wieliczka

Chiamate “la cattedrale di sale della Polonia”, le Miniere di Sale di Wieliczka sono state utilizzate a partire dal XIII secolo e sono tra le più antiche del mondo. Insieme alla vicina miniera di Bochnia, costituivano la più grande impresa industriale della Polonia: le “Saline di Cracovia”.

La miniera si estende su nove livelli, con diverse profondità, fino ad arrivare a 327 metri nel sottosuolo, e comprende più di 200 km di corridoi e 2040 locali, tra cui grotte, sculture di sale, laghetti e cappelle.

Di grande valore troviamo la collezione di strumenti minerari, carrelli, macchinari, utensili raccolti nel Museo delle saline di Cracovia.

Nella Grotta del Lago Wessel si trova anche un ambiente destinato alla cura delle affezioni dell’apparato respiratorio e delle allergie, ad una profondità di 135 metri.

Per conoscere prezzi ed orari clicca QUI

Dove sostare in Camper alle Miniere di Sale di Wieliczka

📍Parcheggio Kopalnia Soli

Daniłowicza 10, Wieliczka, Polonia

N49.985248, E20.055923

PORTAMI QUI

Punto sosta vicino alla miniera, senza servizi, a pagamento.

Polonia in Camper: Danzica

Affacciata sul Mar Baltico, Danzica è famosa per essere stata la città dov’è scoppiata la Seconda guerra mondiale il 1° settembre 1939.

Il centro storico si sviluppa lungo il fiume Motlawa, nella zona che anticamente era occupata dal porto. Qui troviamo gli edifici più antichi ed una zona turistica con negozi di antiquariato, gioiellerie, ristoranti e caffè.

Da non perdere la Gru Portuale, Zuraw, che era la più grande gru portuale medievale d’Europa che ospita una sezione del Museo Nazionale Marittimo ed è alta quasi 30 metri.

Piazza del Mercato Lungo 

Il cuore pulsante della città vecchia è la Długi Targ, la piazza del mercato lungo racchiusa da edifici storici di grande pregio e da due porte d’accesso: Porta verde e Porta d’oro. Questa piazza ospita la Fontana del Nettuno che simboleggia il legame della città con il mare, e l’edificio bianco situato dietro si chiama Dwór Artusa, la Corte di Artu’, luogo di ritrovo dei nobili e dei mercanti di Danzica. Poco più avanti si trova il Municipio riconoscibile anche dall’alta torre sulla cui cima svetta la statua di Re Sigismondo II, ed ospita il Museo Storico della città di Danzica.

Chiesa della Vergine Maria

Le vie del centro sono un susseguirsi di case strette e alte, tipicamente nordiche, con i frontoni e le facciate tutte diverse, di chiara ispirazione olandese. Tra questi spicca imponente la Chiesa della Vergine Maria: il più grande edificio gotico in mattoni d’Europa, chiamato “la Corona di Danzica”.

Salendo i 400 gradini del campanile si può godere di un magnifico panorama della città dall’altezza di 80 metri.

Danzica è il centro mondiale del commercio dell’ambra e nella via storica che conduce alla chiesa, via Ulicka Mariacka, si trovano negozi di gioielli dove poter acquistare questa pietra preziosa.

Dopo aver costeggiato la chiesa, e proseguendo verso sinistra, si arriva nella via della birra, Ulicka Piwna, che conduce fino alla Grande Armeria: un edificio imponente e molto affascinante.

Dove sostare in Camper a Danzica

📍 Camper Park Gdansk University of Technology

Towarowa 40, Gdańsk, Polonia

N54.371669, E18.629597

PORTAMI QUI

Piccolo campeggio dell’università, a 3 km dal centro. Maggiori info QUI

Polonia in Camper: Laghi della Masuria

Chiamata anche “la terra dei mille laghi” la regione della Varmia e Masuria si trova a nord est della Polonia ed è una zona dove la natura è la protagonista e dove si possono fare diverse attività all’aperto.

Olsztyn il capoluogo

Circondata da 11 laghi di origine glaciale, Olsztyn è il capoluogo della regione ed anche una cittadina molto affascinante, a partire dal castello dove visse Copernico e ne difese le mura durante la Guerra Teutonica.

La città vecchia si snoda lungo il fiume Lyna e vede il suo cuore nella Piazza del Mercatodove si trova il Municipio che ospita la biblioteca pubblica.

Molto bella la Cattedrale di San Giacomo, originaria del XIV secolo, ma modificata diverse volte nel corso dei secoli. L’opera più importante al suo interno è il Trittico dell’altare della navata destra che raffigura l’annunciazione della Vergine.

Delle tre porte antiche presenti in città è rimasta solo la Porta Alta con la sua struttura imponente in mattoni rossi che si apre sulla via Staromiejska, ricca di negozietti e localini tipici.

Dove sostare in Camper a Olsztyn

📍Parcheggio

7, Leśna, 11-041 Łupstych, Polonia

N53.7805, E20.4646

PORTAMI QUI

Punto sosta vicino al lago e distante dal centro 1 km, senza servizi.

Laghi della Masuria in bicicletta

Un ottimo modo per esplorare la regione dei laghi è su due ruote vista la ricchezza di percorsi ciclabili, tra le quali cito il Green Velo: un itinerario che attraversa 5 regioni della Polonia nord-orientale con un totale di circa 2000 km, di cui ben 397 km in Varmia e Masuria.

Trovate indicazioni più dettagliate QUI

Polonia in Camper

Laghi della Masuria in Kayak

Il percorso del fiume Krutynia è lungo circa 100 km e permette di esplorare la natura osservandola dall’acqua, a bordo di un kayak. Può essere fatto anche in più giorni sostando all’interno dei 10 rifugi nautici noti con la sigla PTTK, tutti attrezzati con posti per dormire in casette o in campeggio e piccoli ristoranti con cucina tipica. Il migliore dal quale cominciare l’itinerario è il rifugio PTTK di Sorkwity, attrezzato con noleggio canoe. Maggiori dettagli QUI

Mragowo
Mragowo

Il Canale di Elbląg

Unico nel suo genere, il Canale di Elbląg è un esempio di ingegneria del XIX secolo che utilizza delle rampe a scorrimento che spostano le navi sull’erba e poi le riportano nell’acqua. Molto suggestivo anche il panorama bucolico che si può vedere nei dintorni del canale. Per saperne di più cliccate QUI

Questa zona si può esplorare anche in bicicletta attraverso i 600 km di piste ciclabili presenti.

Dove sostare in Camper per il Canale di Elbląg

📍Parcheggio Pochylnia Jelenie

14-411 Jelonki, Polonia

N54.037419, E19.574545

PORTAMI QUI

Piccolo punto sosta senza servizi vicino alla partenza del canale.

Polonia in Camper: Il campo di Concentramento di Auschwitz

Non si può visitare la Polonia senza fare visita al campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau, per non dimenticare e per onorare la memoria di tutte le persone che hanno perso la vita in quei luoghi.

La visita si compone di due campi di concentramento separati, ma entrambi nella cittadina di Oświęcim, e raggiungibili con una navetta. In realtà i campi erano tre, ma oggi solo due sono visitabili:

  • Auschwitz– il Konzentrationslager cioè il campo di concentramento
  • Birkenau– il Vernichtungslager, il campo di sterminio
  • Monowitz– l’Arbeitslager che era il campo di lavoro

Auschwitz

Nato come centro di controllo, Auschwitz è quello con la famosa scritta “Arbeit macht frei” (il lavoro rende liberi), ed oggi è la sede del Museo Statale del Memoriale dell’Olocausto.

Gli edifici in mattoni sono ancora ben conservati e si può vedere anche il muro dove avvenivano le esecuzioni, ma quello che lascia senza parole e rende la visita difficoltosa, è la vista di tutti gli effetti personali dei prigionieri rinchiusi nelle teche di vetro.

Birkenau

Tutte le immagini di Auschwitz hanno come sfondo il famoso binario che portava alla morte. Quel binario è l’ingresso del campo di sterminio di Birkenau, dove persero la vita oltre un milione di persone. É il campo di concentramento più grande del mondo.

Qui i nazisti cercarono di distruggere le prove di quello che avevano fatto demolendo gli edifici, ma sono comunque visitabili i dormitori, le latrine e i lavatoi.

Visitare Auschwitz e Birkenau

L’ingresso è consigliato dai 14 anni in su ed è possibile visitarlo in autonomia oppure con una guida in diverse lingue. É altresì possibile partire da Cracovia con un tour che comprende spostamento e visita guidata.

Sia che scegliate la visita in autonomia, o che scegliate quella con la guida, è necessario PRENOTARE L’INGRESSO in anticipo sul sito ufficiale che trovate QUI

I due campi distano circa 3 km tra loro e se non volete farli a piedi, potete prendere la navetta gratuita che ogni 15 minuti fa la spola tra i due.

Dove sostare in Camper ad Auschwitz

📍Parcheggio

32-600 Oświęcim, Polonia

N50.027092, E19.199379

PORTAMI QUI

Punto sosta senza servizi, vicino all’ingresso.

Dove sostare in Camper a Birkenau

📍Parcheggio

Męczeństwa Narodów 8, 32-600 Brzezinka, Polonia

N50.03531, E19.18456

PORTAMI QUI

Parcheggio senza servizi, vicino all’ingresso.

Polonia in Camper: informazioni pratiche

La Polonia non ha ancora adottato l’euro ed ha la moneta locale chiamata Zloty Polacco che vale 1 € = 4,32295 PLN.

Non conviene pagare in € ma è meglio utilizzare la moneta locale o la carta di credito, che è accettata nella maggior parte degli esercizi.

L’Autostrada polacca

non ha una rete molto fitta di percorsi ed è senza vignetta. Il pagamento può avvenire manualmente oppure con Autopay: un’applicazione dove inserire la targa del mezzo e con un sistema di telecamere vengono registrati ingressi e uscite. Autopay ha i caselli dedicati un po’ come il nostro Telepass. Maggiori dettagli QUI

Sosta in camper

Secondo la legge polacca, tutte le auto fino a 3,5 tonnellate sono trattate al pari degli autoveicoli, ciò significa che il camper può essere parcheggiato in qualsiasi parcheggio a meno che non blocchi il passaggio di altre macchine. Tuttavia, è consentito aprire i tavolini e il tendalino solo nei campeggi.
Il campeggio libero non è consigliato.

Camperisti Italiani Premium

Camperisti Italiani Premium è la speciale card vantaggi digitale che garantisce l’accesso a moltissime utilità a misura di camperista. Scoprile tutte sul nostro sito cliccando il pulsante qui sotto. L’attivazione è immediata, la durata è di un anno dalla sottoscrizione. 
Il costo: solo 25€ l’anno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: