Picture of di Alberto Pillon

di Alberto Pillon

Franciacorta in Camper: cosa vedere e assaggiare

FRANCIACORTA IN CAMPER
Territorio di eccellenze a volte sottovalutato, la Franciacorta ha davvero un grande patrimonio culturale da offrire al visitatore, affascinato dalle Colline Moreniche e dai vini che vengono prodotti.

Nonostante sia una zona relativamente piccola la Franciacorta vanta una grande produzione di vini e spumanti che hanno la caratteristica unica e imprescindibile di essere ri-fermentati in bottiglia, allo stesso modo dello Champagne, definito anche metodo classico.

Franciacorta in Camper

La Franciacorta è compresa nella provincia di Brescia a sud del lago d’Iseo, in una zona con un clima favorevole per la maturazione delle vigne.

Mappa Franciacorta
Mappa Franciacorta

Ma oltre alle cantine e alle degustazioni cosa c’è di bello da vedere in Franciacorta?
Ve lo abbiamo raccontato qui.

Franciacorta in Camper: come scoprirla al meglio

Il modo migliore per scoprire la Franciacorta è quello di fare un trekking tra le vigne, un’uscita in bicicletta o e-bike, oppure prenotare un’uscita a cavallo, magari con una guida.

Diverse sono le scuderie che organizzano passeggiate al tramonto o al chiaro di luna, per tutti anche se principianti.
Se cliccate QUI potete trovare la scuderia Crazy Horse di Erbusco (BS)

Franciacorta a cavallo
credits: Scuderia Crazy Horse

Se invece preferite le due ruote per pedalare tra borghi, vigneti, colline e boschi, avete a disposizione diversi tracciati a portata di tutti, anche a chi non ha mai cavalcato. Anche i percorsi a piedi sono un ottimo metodo per assaporare il territorio, i suoi profumi, i colori apprezzandoli nella lentezza.

Per saperne di più e scegliere il percorso adatto a voi potete cliccare QUI

Franciacorta in Camper: cosa vedere

Tra castelli, chiese, abbazie e monasteri, anche la Franciacorta offre un patrimonio storico indiscusso, ma vediamolo nel dettaglio:

Castello Oldofredi di Iseo

Uno dei più antichi e meglio conservati della zona, accessibile da due ingressi e una scalinata, oggi ospita la biblioteca comunale, ed ha una zona residenziale. Iseo ha origine da tre nuclei distinti che sono il Castello, la Pieve e il Porto Mercato. Il Castello si trova su uno sperone roccioso a sud dell’abitato, ma non è molto visibile da lontano in quanto coperto da abitazioni e vegetazione.

Franciacorta in Camper
Castello Oldofredi, credits: franciacorta.it

Iseo è anche una delle località più belle del lago e meriterebbe una visita approfondita e magari anche un bel giro in traghetto. Noi vi abbiamo raccontato la sponda bergamasca del lago in questo articolo: Lago d’Iseo bergamasco.

📍 Parcheggio 

viale Europa 1, Iseo (BS)

N45.653801, E10.0447

PORTAMI QUI

gratuito, senza servizi e misto auto. Tranquillo per la notte.

📍Camping del Sole Village

Via per Rovato 26, Iseo (BS)

N45.655944, E10.037152

PORTAMI QUI

Direttamente sul lago, attrezzato con camper service, un ristorante, due bar, una discoteca, tre piscine di cui una con scivolo, un minimarket e animazione. Maggiori dettagli e prezzi QUI

Franciacorta in Camper: Castello Quistini di Rovato

Situato in uno dei paesi più popolati della Franciacorta, il Castello Quistini è molto apprezzato per i suoi giardini con oltre 1500 tipi diversi di fiori e arbusti. Per visitarlo è possibile fare un tour guidato oppure no, scopri i dettagli QUI

Castello Quistini
Credits: Castello Quistini
Franciacorta in Camper
Credits: Castello Quistini

📍Parcheggio

via Martinengo Cesaresco 26, Rovato (BS)

N45.5697, E9.9953

PORTAMI QUI

Gratuito, senza servizi, a due passi dal centro, ma VIETATO AL LUNEDI’ PER MERCATO.

Torbiere del Sebino

Un’oasi naturalistica dove vivono diverse specie di uccelli perfetta per il bird-watching, da visitare a piedi, magari al tramonto. La suggestiva passerella in legno che passa in mezzo all’acqua è uno dei punti più fotografati e più belli, assolutamente da non perdere.

Per la visita sono presenti diversi percorsi e si deve pagare un ticket simbolico di 1€ a persona, maggiori info QUI

 
Franciacorta in Camper
Torbiere del Sebino
Franciacorta in Camper
Torbiere del Sebino

Franciacorta in Camper: Monastero di San Pietro in Lamosa

Situato vicino all’ingresso delle Torbiere, lato di Provaglio d’Iseo, il Monastero sorge su una piccola altura che regala una veduta d’insieme delle Torbiere. É possibile visitarlo in autonomia oppure avvalersi di una guida, QUI i dettagli.

Monastero di San Pietro in Lamosa
Monastero di San Pietro in Lamosa
📍Parcheggio del Monastero 

SP 71, Provaglio d’Iseo (BS)

N45.639362, E10.039686

PORTAMI QUI

Gratuito, senza servizi, vicino al monastero e all’ingresso delle Torbiere.

Abbazia di San Nicola a Rodengo Saiano

Risalente all’inizio del 1100 d.C., l’Abbazia olivetana di San Nicola è un complesso fondato dai monaci cluniacensi, con al suo interno una chiesa, 3 chiostri, un museo, la biblioteca e una camerata con 25 posti letto. Per sapere gli orari di apertura al pubblico cliccate QUI

Franciacorta in Camper
Credits: franciacorta.it

📍Parcheggio

Viale Europa 72, Ponte Cingoli (BS)

N45.5957, E10.1067

PORTAMI QUI

Punto sosta gratuito a 700 metri dall’Abbazia, senza servizi. NO MERCOLEDI’ PER MERCATO.

Franciacorta in Camper: Castello di Bornato

Circondato dalle mura del XII secolo, il Castello di Bornato è immerso nei vigneti ed ha al suo interno Villa Orlando e un grande parco con un giardino all’italiana. La magnificenza del castello è visibile tra le architetture dell’edificio, ma il massimo lo si può scoprire nelle cantine dove viene conservato il vino prodotto dall’azienda.

Durante la visita guidata è possibile fare anche una piacevole degustazione, maggiori dettagli QUI

Castello di Bornato
Credits: Castello di Bornato

📍Parcheggio

Via Tito Speri, Bornato (BS)

N45.595981, E10.044047

PORTAMI QUI

Punto sosta gratuito, senza servizi, a 1 km dal castello.

Borgo del Maglio di Ome

Conosciuto anche come Maglio Averoldi, il borgo del Maglio è un insieme di edifici rurali con una fucina del XV secolo ancora funzionante. Al suo interno è possibile vedere come venivano creati gli attrezzi e le armi bianche in tempi antichi ed il biglietto d’ingresso vi permette di entrare in entrambi i musei: il Maglio Averoldi con la fucina e la casa Museo Pietro Malossi.

Nella Casa Museo si ha accesso ad una collezione privata di vari oggetti, tra cui splendidi pugnali, mobili, quadri ed oggetti curiosi. Per i dettagli sull’acquisto dei biglietti clicca QUI

📍Parcheggio

Via Maglio 31, Ome (BS)

N45.6176, E10.1100

PORTAMI QUI

Punto sosta gratuito, senza servizi, a 500 metri dal Borgo del Maglio.

 

Franciacorta in Camper: La Santissima di Gussago

Non potete dire di avere visto la Franciacorta senza essere saliti sul colle della Santissima di Gussago: il panorama che si può vedere da lassù spazia su tutti i vigneti ed è straordinario. Per ammirarlo si può salire con una passeggiata di 20 minuti circa attraverso un sentiero in mezzo ai vigneti, partendo dalla chiesa di Gussago.

La Santissima di Gussago
La Santissima di Gussago

📍Parcheggio

Via Marconi 4, Gussago (BS)

N45.583973, E10.145827

PORTAMI QUI

Punto sosta senza servizi, gratuito, vicino ad un centro sportivo, a 900 metri dalla Santissima.

Franciacorta in Camper: le cantine e le degustazioni

Che visitiate la Franciacorta per i suoi paesaggi o che la scegliate per i vini, non potete non fare almeno una sosta in una delle tante cantine presenti sul territorio.

La scelta è vasta e spazia dalle semplici cantine aperte alle degustazioni, ai veri e propri agriturismi con ristorante e le potete trovare molto ben descritte nel sito ufficiale della Franciacorta QUI

Se volete mangiare davvero bene in un ristorante di charme ma pur sempre rurale vi consiglio l’Agriturismo Solive a Erbusco dove potete anche visitare la cantina con degustazione. Mangiare da loro è sempre una garanzia anche per chi sceglie un menù vegano. Trovate tutte le info QUI

Agriturismo Solive
Credits: Agriturismo Solive

Il Berlucchi: storia di un’eccellenza italiana

Un capitolo a parte vorrei tenerlo per il Berlucchi che è stato il capostipite di tutta la produzione locale. Non si può parlare di Franciacorta senza pensare al Berlucchi.

Negli anni ’50 Guido Berlucchi produceva un vino bianco dal vigneto situato in un maniero di sua proprietà, era il Pinot Bianco del Castello.

Durante la produzione si accorse che il vino non era abbastanza limpido, decise quindi di consultare l’enologo Franco Ziliani che gli propose di utilizzare il “metodo classico alla francese” che prevede la rifermentazione in bottiglia. Dopo sei anni di sperimentazioni, nel 1961 furono create le prime tremila bottiglie di Pinot Spumante Franciacorta, capostipite di tutta la produzione locale.

Da allora l’azienda Berlucchi è diventata un colosso nella produzione dello spumante brut, rosé e satin, gestita interamente dalla famiglia Ziliani e fedele al metodo classico dei francesi, prerogativa imprescindibile del vino Franciacorta.

Il consiglio del nostro 
Camperchef e Sommelier 
Gianluca Gabanini

Gli spumanti prodotti nella zona Franciacorta, che rispettano il disciplinare DOCG, si distinguono in 3 tipi: Franciacorta, Satén e Rosè.

La tecnica produttiva è “metodo classico”, quasi uguale allo Champagne francese; differisce solo nel metodo delle produzioni delle cuvée per via della legge italiana che non permette quanto quella francese.

Gli Spumanti Franciacorta non hanno nulla da invidiare allo Champagne, sono tra i più importanti di tutto il panorama vitivinicolo italiano.
La particolare zona, a sud del lago d’Iseo è definita un terroir d’eccezione per i vitigni Chardonnay e Pinot Nero utilizzati per la produzione di questo vino.

Ai palati più fini ed esigenti consiglio di degustare la tipologia Satén, unica al mondo in quanto trattasi di vino “brevettato”, ovvero di uno spumante con una pressione interna leggermente inferiore agli spumanti classici (5 atmosfere max contro le 6,5 di uno spumante classico).

Di tipologia Brut (quindi con residuo zuccherino inferiore a 12gr/lt) risulta al palato con un perlage molto più cremoso e setoso… un’esperienza da provare, magari in una delle 122 cantine che aderiscono al consorzio DOCG, nato nel 1990.

 

Dove sostare in Camper in Franciacorta

Purtroppo, la zona della Franciacorta non è ancora attrezzata con aree camper dedicate, ma sono a disposizione vari parcheggi senza servizi da poter utilizzare.

La prima cantina ad aver attrezzato un’area camper con dieci piazzole è la Cantina Al Rocol di Ome.

📍Area Sosta Camper Terramica Al Rocol

Via Provinciale, Ome (BS)

N45.6121, E10.1204

PORTAMI QUI

Agriturismo con piccola area camper attrezzata con camper service, elettricità, bagni e docce calde e possibilità di usufruire della piscina con un piccolo sovrapprezzo.
Trovate più info QUI

Camperisti Italiani Premium

Camperisti Italiani Premium è la speciale card vantaggi digitale che garantisce l’accesso a moltissime utilità a misura di camperista. Scoprile tutte sul nostro sito cliccando il pulsante qui sotto. L’attivazione è immediata, la durata è di un anno dalla sottoscrizione. 
Il costo: solo 25€ l’anno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: